La raccolta differenziata nel 2016


Finalmente anche nel mio comune, dal 2 maggio, parte la raccolta differenziata porta a porta. Dopo le varie riunioni informative, la distribuzione dei vai bidoni, bidoncini e sacchi, direi che siamo pronti a cominciare!

La raccolta differenziata porta a porta è una tecnica di gestione dei rifiuti che prevede il periodico ritiro presso il nostro domicilio. Vengono generalmente ritirati i diversi tipi di rifiuti (da noi umido organico, vetro, plastica/alluminio, carta e secco/indifferenziata),  in contenitori diversi e in giorni che possono variare da una volta ogni 15 giorni a tre volte a settimana a seconda del tipo di rifiuto. Insieme all’avvio del sistema porta a porta verranno rimossi dalle strade di tutto il comune i cassonetti per i rifiuti indifferenziati.

In più, per avere della vera collaborazione dai cittadini, nel nostro comune viene applicato il principio del “Chi inquina paga”, ossia la tariffazione del servizio viene applicata in base alla “produzione” del rifiuto più inquinante (il secco non riciclabile): in base al numero di svuotamenti operati da ogni utenza viene calcolata la tariffa da applicare. In pratica meno secco non riciclabile si produce meno si paga, questo dovrebbe spingere i cittadini ad impegnarsi nella raccolta differenziata.

Visto che da lunedì il calendario di ritiro sarà in atto, da questa settimana ho già cominciato la raccolta differenziata, organizzando il sotto-lavello (la parte più difficile) e il ripostiglio con i bidoni un pò più grossi e i sacchi. Spero che tutti gli abitanti del mio comune si impegnino in questa nuova avventura e con loro anche i turisti che tra poco più di un mese arriveranno a popolare il paese. E’ una bella svolta, in questo momento viviamo in mezzo alla spazzatura (è ovunque!), e spero che anche l’iniziativa di ritirare i rifiuti in notturna (per non avere bidoni sotto il sole tutto il giorno) venga messa in atto nel migliore dei modi.

Da voi la raccolta differenziata porta a porta è già in opera? Avete dei problemi o siete abituati e vi viene in automatico? Io per ora giro per casa con il Riciclabolario, un libricino che raccoglie tutti i tipi di rifiuti, in ordine alfabetico!

15 Comments

  1. Da noi funziona da due anni. Noi ci siamo abituati subito, anzi è simpatico farla oltre che assolutamente necessario. sappiamo che moltissimi non la rispettano purtroppo e sinceramente il nostro comune non fa nulla per migliorare questa situazione, oltretutto non ha programmato la raccolta nei luoghi pubblici, assurdo vero? Però è così. Nel paese vicino ad 3se4mpio,se fanno un controllo e trovano che la raccolta non è idinea prendi multa salatissima…sai come è andata a finire? Che tutti la rispettano scrupolasamente. La domanda è, ma serve la multa o la coscienza civile? La risposta spero sia ovvia ;-). Baci.

    Liked by 1 persona

  2. Da me è partita nel 2012, sono ormai quattro anni che ci litigo! mi sembra una buona cosa, non fraintendermi, anche se quei bidoncini sparsi lungo le strade di fronte ad ogni casa non sono un granchè da vedere…solo che i bidoni non li posso tenere in casa, perchè puzzano, soprattutto d’estate. Quindi li tengo fuori e quando piove non sai che fatica mi fa! Non avendo copertura…Per le regole da seguire non ho avuto difficoltà perchè, per fortuna, nell’anno in cui è partito il progetto sono stata assunta dalla ditta per distribuire i materiali -bidoni, volantini, calendari ecc- nel mio comune e nei comuni limitrofi quindi diciamo che in casa mia sono tutti addestrati. Strano ma vero ogni tanto sono io a peccare 😛

    Liked by 1 persona

  3. Purtroppo ho imparato che le multe sono necessarie in questo mondo… Pensa anche solo alla multa per chi non raccoglie i bisogni dei cani, che a me sembra assurda ma che se non ci fosse le strade sarebbero piene! Comunque anche da noi ci saranno le multe, anticipate da delle ammonizioni. Perciò si spera nell’impegno di tutti 😉

    Mi piace

  4. Io qui spero che il porta a porta notturno elimini il problema dei bidoni per strada (in teoria li esponi la sera e li ritiri la mattina). Meno male che io ho un piccolo ripostiglio dove poter tenere sacchi grossi e bidoni, perché non so come avrei potuto fare altrimenti! Secondo me avrebbero dovuto fare dei sacchi a misura di sotto lavello anche per la plastica e il secco, così mi tocca travasare tutte le volte da cestino piccolo in cucina a sacco grande in ripostiglio (che poi rimarrà aperto finché non sarà pieno..) Oltre questo dubbio, sono pronta, tranquilla e organizzata 🙂

    Mi piace

  5. Esatto! Sono un po’ grandi i bidoni, prendono molto spazio…se avessi una specie di veranda o qualcosa di simile (magari munita di gattarola) probabilmente li terrei li, soltanto che il problema dell’odore credo ci sarebbe comunque…soprattutto per organico -per ovvie ragioni- e plastica! Le scatolette del gatto e del cane lasciate nel sacchetto da una settimana all’altra emanano una roba allucinante .-.
    Comunque anche qua dicono di esporre il bidone la sera e viene ritirato la mattina verso le 6, soltanto che non tutti lo rimettono in casa seduta stante quindi spesso girando per il paese si vedono bidoncini abbandonati ed è un po’ brutto…spero che da voi funzioni meglio e che nessuno faccia come qui che vanno a gettare i sacchetti nei boschi quando per qualche motivo le cooperative non gli hanno ritirato. Incivili in ogni angolo purtroppo…

    Liked by 1 persona

  6. Vero, io sono contenta che il mio comune finalmente si sia “svegliato”, ma poi senti quelli che si lamentano e che affermano che non serve a niente e che non la faranno e mi deprimo… Come se lo facessimo per fare un favore a qualche sconosciuto! Come fare a far capire che lo si fa per noi e per le prossime generazioni?? 😦

    Liked by 1 persona

  7. Io faccio la raccolta differenziata basica: carta, plastica/alluminio/vetro e non riciclabile. Vivendo in una grande città è praticamente impossibile fare quella che fai tu. In alcuni quartieri più periferici stanno iniziando a farla come la tua, ma nel mio non penso sia attuabile: ogni palazzo ha come minimo 5piani e 4 appartamenti a piano. Già il cassonetto normale non basta, figuriamoci quello piccolino… Il vero problema comunque resta la gente che butta i sacchi dove capita unito al fatto che i netturbini non passano spesso e quando trovano le auto parcheggiate davanti ai secchioni se ne vanno saltando il turno. Non sai quante volte abbiamo dovuto chiamare l’azienda perché i rifiuti ricoprivano il marciapiede…
    Dove ho casa al mare dovrebbe funzionare come da te, ma il problema è che molta gente ci viene solo per una settimana o 10 giorni ed il ritiro di carta e plastica è ogni 2 settimane per cui o non la fanno oppure lasciano il sacco in mezzo alla strada, che per questi due non esiste il bidone e comunque il calendario te lo devi andare a prendere in municipio e quelli che affittano le case non lo fanno. Per cui tutti gli anni è una lotta alla riunione di condominio dato che ci ritroviamo sempre ammonizioni da parte dei controllori.
    Se anche il tuo è un paese di villeggiatura preparati :-p
    Mchan

    Liked by 1 persona

  8. La mia paura è proprio quella dei turisti.. Anche se non hanno scuse perché da maggio ad ottobre il ritiro è intensificato e passeranno da una alle tre volte alla settimana per ogni tipo di rifiuto. Ma non c’è mai fine all’indecenza della gente, ahimè!

    Liked by 1 persona

  9. Da noi funziona da un paio di anni, per “ovviare” al problema degli odori dell’umido ogni famiglia ha un bidoncino, poi per il condominio (a richiesta in Comune) è stato fornito un contenitore molto più grande (di quelli alti circa 1,20 m), chiuso a chiave, dove si può depositare il sacchettino quando è pieno, è molto comodo, e poi così esternamente c’è un bidone solo. Il problema più grosso nel nostro caso è l’indifferenziata, la gente non ha ancora capito che se ti impegni a differenziare il più possibile, il sacco dell’indifferenziata non dovrebbe essere mai troppo pieno…e l’altro problema è che in paese (non molto turistico, per fortuna!) sono quasi spariti i bidoncini dei rifiuti…..per cui quando sei all’aperto e magari hai un incarto di qualcosa da buttare, non dico che te lo devi riportare a casa…ma poco ci manca, e in questo modo si rischia poi di ritrovare rifiuti abbandonati per inciviltà…..comunque l’avvio della raccolta è stato durissimo, nella “civilissima” Emilia c’era un rifiuto proprio testardo da parte di tante tante persone, che tristezza…..spero che per voi vada meglio!

    Liked by 1 persona

  10. Beati voi! Da me invece il passaggio rimane invariato ed essendo un paese prettamente di villeggiatura puoi capire il disagio. Comunque sono ormai 5/6 anni che è attivo questo sistema e non hanno ancora capito che d’estate non funziona…
    Che poi si lamentano che uno butta la mondezza anche nei giorni in cui non vengono a prenderla, perché in teoria tu dovresti buttare il sacchetto solamente la sera prima del ritiro di quel determinato rifiuto, ma la plastica e la carta l’hanno messa in mezzo alla settimana e la gente di solito va via la domenica, che deve fare? Portarsi il sacco in viaggio? Mah…
    Mchan

    Liked by 1 persona

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...