Escursione all’Isola di Saona (Tutta la verità)

IMG_3945

Durante la nostra vacanza al Viva Dominicus Beach, abbiamo deciso di fare una delle escursioni più famose, verso l’Isola di Saona.
L’Isola di Saona  è un’isola delle Antille di 110 km² di superficie, lunga circa 22 km e larga 5 km nella sua parte più estesa. Come Bayahibe appartiene alla provincia con capoluogo La Romana della Repubblica Domenicana. Per lo più pianeggiante e con una piccola popolazione di 450 abitanti circa che vive prevalentemente di pesca, è una zona protetta del Parco Nazionale dell’Est.

Il mercoledì mattina l’appuntamento era per le 9 del mattino al bar El Trago, bar di fianco ad una delle piscine del Doinicus Beach.
Una volta aver controllato tutte le prenotazioni ed essere forniti di bracialetto (che ci avrebbe permesso di pranzare a buffet sull’Isola), la nostra guida, preparatissima e molto brava (ha dovuto spiegare tutto in 4 lingue diverse: spagnolo, italiano, francese e tedesco) ci ha illustrato in poche parole la giornta che ci aspettava e poi ci siamo diretti a piedi al pontile che divide i due villaggi (Viva Dominicus Beach e Palace) ad aspettare il nostro Catamarano a Vela.

DCIM100MEDIA
DCIM100MEDIA

Con il Catamarano abbiamo navigato per circa un’oretta su un mare calmo e paesaggi bellissimi. A bordo c’era un mini bar occasionale (Passavano con bicchieri di plastica, Rum, Coca cola e Sprite alle 10 del mattino!) e una ragazza dell’animazione che ci faceva compagnia con balli caraibici a coppia e in gruppo.

La nostra prima tappa è stata alle Piscine Naturali, una mezz’ora per poter fare un bagno e cercare le Stelle Marine Giganti. Devo dire la verità… C’era più gente che stelle marine… Dozzine di imbarcazioni, tutte nello stesso punto, con gente urlante e ubriaca in acqua e di Stelle Marine ne ho viste 3, tutte in mano ai fotografi ufficiali dei diversi Villaggi per fare le foto a pagamento con chi volesse un souvenir. Noi siamo riusciti a fare un paio di foto con una povera stella dopo essere stata usata e sfruttata da uno di questi fotografi. Comunque vedere tutta questa gente che prendeva le stelle, le tirava fuori dall’acqua per fare le foto romantiche di coppia o per portarle sopra la testa giusto per fare una foto, mi ha messo molta tristezza, perciò abbiamo fatto un bagno e siamo risaliti su Catamarano ad asciugarsi.

Dopo mezzora alle Piscine Naturali siamo ripartiti e per un’altra mezz’ora almeno abbiamo navigato alla volta di Saona.
Siamo arrivati che era quasi mezzogiorno, in un spazio riservato al Viva Beach e Palace, con spazio per il pranzo, lettini e pure un campo da pallavolo (che su un’Isola deserta mi è sembrato inusuale ma vabbè..).
Abbiamo avuto tempo libero fino alle 13:15, quando hanno servito il pranzo a buffet che comprendeva piatti freddi come riso, patate e verdure e in più cotti al momento c’erano pesce e carne alla griglia e uno spaghettino all’astice che non avrei mai detto ma era veramente buono! Sull’Isola non hanno elettricità, perciò i piatti freddi erano stati cucinati e portati dal Villaggio e il resto cotto al momento su fuovo vivo.

Dopo il pranzo altro tempo libero fino alle 15:30, che abbiamo utilizzato per passeggiare sulla spiaggia intorno l’isola per cercare l’angolo di paradiso che tutti raccontano.
Anche perchè come il Viva ha il suo spazio riservato, così anche tutte le altre strutture, perciò sul punto di spiaggia dove ci hanno portato c’erano solo tanti lettini di diversi colori, uno dietro l’altro. Praticamente come essere in una normale spiaggia con tanti villaggi, solo che in confronto alla spiaggia di Bayahibe questa è molto più ampia e con sabbia molto più bianca (bellissima ma per chi è stato in Messico come noi, la spiaggia è la stessa). Per fortuna sulla destra del Viva c’è solo un’altro villaggio e passeggiando un pochino si riesce a trovare quell’angolo isolato, con pochissima gente, la barriera corallina a riva, piccole stelle marine e die colori paradisiaci.

Alle 15:30 ci dirigiamo a prendere la nostra barca veloce che già ci aspetta, mettiamo tutti i giubotto di salvataggio e via che si riparte alla volta del Viva Dominicus Beach.
L’arrivo è previsto per le 16:30 circa, ancora in tempo per vedere il tramonto in spiaggia.

Esiste anche l’escursione chiamata Saona Super che a differenza di quella che abbiamo fatto noi si parte in barca veloce, fermate alle Piscine Naturali, al villaggio di pescatori di Mano Juan, alla spaiggia Canto de la Playa e poi all’Isola di Saona per il pranzo a Buffet. Il rientro in Catamarano accompagnati dal tramonto con arrivo verso le 18:30.

Per tutte le escursioni possibili a Bayahibe e dai Viva Dominicus scriverò un altro articolo.

DCIM100MEDIA

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...