#recensione L’attimo che precede la prima stella, Ottaviano Aldi

TRAMA

Arriccia la fronte, spalanca gli occhi, tira gli angoli della bocca, mezzo sorriso, una mano sul fianco, peso spostato sulla gamba destra, culetto in fuori, e la mano con il palmo rivolto verso l’alto, con il braccio piegato a novanta gradi e pronuncia: “Eso”. Il Conte già preannuncia l’estasi verde dell’attimo che precede la prima stella. Rio de Janeiro e il Conte, uscito da una vita malavitosa, immerso nella sua scultura, mai avrebbe pensato di affezionarsi amichevolmente a un ragazzino di strada che lo ha derubato.  Ha già il suo amore appena sbocciato, Luana, “la garota de Ipanema”, ma al carnevale incontra Alisha ed è poliamore. E poi un agguato in spiaggia, il coma con esperienze post mortem, con tre visioni diverse sull’aldilà e sull’aldiqua, a dare un senso all’attimo che precede la prima stella.

Un romanzo che mi ha piacevolmente sorpreso, un romanzo adulto che racconta più storie con un solito protagonista.
Tutti gli argomenti trattati sono ben scritti e descritti.
L’amore per l’arte, per un ragazzino “adottato”, l’amore per le donne e per Rio.
E poi il sesso e semplicemente la vita che si è vissuto e quella che vorresti vivere, e l’avvicinarsi così tanto alla morte.
Tutto questo si fonde in un buon romanzo che ti coinvolge al punto giusto.
Non conoscevo l’autore, Ottaviano Naldi, ma ora sono molto curiosa di leggere gli altri sui scritti.

Lo trovate qui:

bookrepublic.it

2 Comments

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...