#recensione Fra Mauro e il babbuino, Alberto Arecchi

TRAMA

Un filo rosso che univa l’antico rito di pesatura delle anime (psicostasi), per decidere se il defunto fosse meritevole della vita eterna, dal “Libro dei Morti” dell’Antico Egitto al culto medievale dell’Arcangelo Michele, attraverso la figura del Babuino sacro?

Questa storia trae origine da fatti avvenuti alla fine del Medioevo, negli anni tra il 1480 e il 1530, in una città della bassa pianura lombarda, a sud di Milano. Era un periodo turbolento, gli ultimi anni del Medioevo, quando l’Italia fu dilaniata dallo scontro per il potere imperiale delle due grandi potenze dell’epoca: Francia e Spagna. Erano gli ultimi aneliti di splendore del Ducato sforzesco, sotto la signoria di Ludovico il Moro. Poi si ebbe il tentativo di conquista della Lombardia da parte dei re di Francia e infine l’affermarsi del dominio spagnolo, di manzoniana memoria, che avrebbe sottomesso per un paio di secoli la Lombardia (e con essa gran parte dell’Europa) a un pessimo governo. 
In quegli anni, riviviamo una storia particolare: il legame affettivo, morboso e fuori dagli schemi convenzionali, tra un giovane frate e un ragazzo marginale,  escluso da ogni simpatia del mondo, ambientato intorno alle vicende della chiesa di San Michele, a Pavia, luogo d’incoronazione dei re italici e di un misterioso culto esoterico legato alla figura del Babuino sacro, derivato addirittura dal culto dei morti degli antichi riti egizi.
Il romanzo ci fa addentrare in altri misteri che tormentarono la vita medievale dell’antica capitale del Regno Italico.

Nel 1525, la battaglia di Pavia pone un termine alle dispute tra Francia e Spagna, dando luogo al predominio di quest’ultima sulle vicende italiane. Si può dire sia la vera fine del Medioevo, con l’affermarsi di una nuova era tormentata. I due protagonisti, ormai in età avanzata, sprofondano nel mistero dell’anonimato.

L’autore, Alberto Arecchi, è architetto e professore di Disegno e Storia dell’Arte.
E’ autore di numerosi saggi sui problemi dello sviluppo e della gestione comunitaria dell’habitat e sull’uso di tecnologie appropriate.
Molti dei suoi saggi e dei suoi studi sono pubblicati nella collana di saggistica di Elison Publishing.
Ha oltre 15 anni di esperienza nel campo delle ricerche per lo sviluppo dei paesi africani.
Insomma, un autore importante per un racconto altrettanto importante e coinvolgente che trae spunto da fatti storici, accaduti nel periodo del Medioevo.
Davvero interessante lo scritto che è ambientato in una città nella bassa pianura lombarda.
Tutto quello che accade, gira intorno alla storia e al legame un pò particolare tra Frà Mauro, un giovane frate, e un ragazzo trascurabile e insignificante per il mondo.
Romanzo giustamente impegnativo ma molto gradevole e stimolante.

Lo trovate qui:

bookrepublic.com

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...