#recensione Cliché Noir, Riccardo Gramazio

TRAMA

Un grossista da colpire, una squadra da allestire e parecchi soldi da intascare. Un viaggio scomodo da nord a sud per raggiungere la fittizia Purple Beach, città in cui risiede l’Alieno, il grande e meticoloso capo banda. Personaggi ambigui, violenti e dai tratti folli. Imprevisti, aneddoti, sangue e immoralità in abbondanza. Cliché noir è un omaggio sincero alla tradizione pulp, un romanzo che spiazza e diverte al contempo.

 

Dopo averlo conosciuto e avermi conquistata e incuriosita con Sonnifera (QUI la mia recensione), Riccardo Gramazio mi stupisce positivamente un’altra volta con questo piccolo romanzo, Clichè Noir.
Fatto apposta per me e per chi ama il genere pulp e il mitico Tarantino, con tanti discorsi, a volte alquanto surreali, ma proprio come il mio regista preferito ama improntare i suoi capolavori cinematografici.
Mi è piaciuto molto questo tipo di scrittura, quasi rozza e a tratti anche molto simpatica e tagliente.
Si, ci sono parecchie parolacce, perciò magari non una lettura per tutti, ma senza di esse non sarebbe così bello e incisivo.
Se amate il genere Tarantino e non avete modo di vedere una sua pellicola, leggete questo romanzo e vi immergerete proprio in quel mondo, quello che ricorda soprattutto le ambientazioni di Pulp Fiction.
Fosse per me ne potrebbe scrivere altre di storie del genere, le leggerei sempre molto volentieri!

 

Lo trovate qui:

amazon.it

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...