#recensione La lupa e il Santo di Fair Bonet

TRAMA

“Il calcio è uno sport giocato da undici fuoriclasse e la tua squadra” diceva Arthur Bloch , quello della famosa “legge di Murphy”, e questo può valere sia che la tua squadra affronti la Juventus o il Campremoldo. La Lupa e il Santo racconta le vicissitudini che da trent’anni mi legano alle sorti del Piacenza Calcio, la Lupa, che nel 2019 ha festeggiato il centenario. Il Santo è il San Lorenzo de Almagro, la squadra di Papa Francesco, che ho iniziato a seguire nel 2012. Il Piacenza appartiene a quel “calcio di provincia” dove può capitare di trovarsi impotenti ad assistere al Gavorrano sciorinare calcio champagne contro il Piace manco fosse il Real Madrid e al Rolo diventare per novanta minuti, quelli in cui affronta i biancorossi, il Barcellona. Nel periodo più turbolento della storia delle tifoserie italiane, tra la fine degli anni ottanta e gli anni novanta, ho assistito a partite nelle curve sbagliate, ho praticato l’autostop e partecipato a follie collettive ingiustificabili. Aggiungeteci una inguaribile maledizione da trasferta, una serie di incredibili “coincidenze” ed eccovi servito un diario pieno di singolari avvenimenti che nessun almanacco potrà mai raccontarvi.

 

La lupa e il Santo è il romanzo dell’autore Fair Bonet ed edito dalla casa editrice Elison Publishing.
Qualcuno potrebbe definirlo un romanzo, o addirittura un saggio calcistico, perchè è proprio di quello che si parla in queste pagine, lo sport del calcio.
Ma io penso che sia molto di più di questo, perchè io ho trovato la lettura molto coinvolgente, un vero e proprio quaderno di memorie e avventure calcistiche e non.
Scritto in prima persona, sono duecento pagine fitte di ricordi e testimonianze dell’autore, da quando da bambino iniziò a conoscere il gioco del calcio, continuando con questa bella passione che ho ha portato ad assistere a situazioni ed episodi che non tutti posso ricordare, ma assolutamente imperdibili ed irrinunciabili.
Un libro che consiglio e che può piacere a tutti, ma se lo regalerete ad un amante di questo sport vi assicuro che ne sarà entusiasta e vi ringrazierà di cuore!

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...