#recensione La figlia del Peccato (Serie Italia 50) di Marianna Vidal

Trama

1957

Margherita è per tutti la figlia del peccato. Concepita fuori dal vincolo matrimoniale, è nata in carcere e a vent’anni, nonostante la straordinaria bellezza, sa che non potrà mai sposarsi, perché l’amore è un lusso che non si può permettere. Vittorio Ranieri di Montebello paga sempre i suoi debiti. Lo sa bene Alberto Coletti che, dopo averlo messo a capo della sua azienda, spera ora di assicurare il titolo di marchesa a sua figlia. Un vincolo legato all’eredità rischia però di mandare a monte i suoi piani, perché l’integerrimo genero insieme al titolo di marchese ha ereditato Margherita Di Meglio, la figlia ventenne di un’assassina. Vittorio e Margherita dovranno lottare con le unghie e con i denti per il loro amore, sfidando il carcere e le regole bigotte di una società che cambia rapidamente, ma non al passo dei loro desideri.

Recensione

La figlia del peccato è l’ultimo romanzo di genere romance dell’autrice Marianna Vidal.
Inizio questa recensione dicendovi che ho letto tutti i suoi romanzi e per me è la migliore autrice di romanzi rosa che conosco.
I suoi non sono solo semplici racconti d’amore, ma vere e proprie storie con personaggi molto ben caratterizzati, con un passato alle spalle non sempre perfetto e scheletri nell’armadio che non vogliono svelare troppo.
Anche grazie a questa delicatezza che ha Marianna Vidal nel dare vita e forma ai protagonisti, che ci si riesce molto spesso ad immedesimarsi e a farsi coinvolgere.
Come con tutti i suoi romanzi, anche questo mi ha coinvolto così tanto che non sono riuscita a smettere di leggere finchè non sono arrivata alla fine del romanzo.
Ho adorato la storia dei due protagonisti, ma anche le storie secondarie e i personaggi, famigliari e amici, sono ben strutturati, magari pronti per avere una storia tutta loro in dei prossimi volumi!
Ambientato in Italia, nella bellissima Ischia che l’autrice conosce molto bene e la descrive con tutta la bellezza che merita, e la frenetica Milano.
Viene raccontato in un’annata particolare, la fine degli anni ’50, dove ancora i telefoni erano un gran lusso.
Nemmeno a dirvelo che vi consiglio questo nuovo romanzo di Marianna Vidal, che è uscito il 6 gennaio 2020 ed è autoconclusivo, perciò potete leggerlo senza dover aspettare per forza un seguito.
E se ancora non la conoscete come scrittrice, vi consiglio di recuperare tutti i suoi libri, divisi in varie Serie di romanzi (serie Latinos, serie Britannici ecc.).

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...